DESCRIVICI LE TUE NECESSITA'
MARCHINA CONSULTING SRL

Via Martiri della liberta' 27

 

Rodengo Saiano (Bs)

 

P. Iva 03752720981

C. s. 10.000 euro i.v.

Rea:  BS000000560082

Pec: marchinaconsulting@pec.it

Talent Garden

Via Cipro 66

Brescia

SEDE OPERATIVA
CONTATTI

Cristian Marchina

cristian@marchina.net

348-9004054

  • Linkedin
  • Slide Share
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003

I costi nascosti in azienda

 

Quando si parla di controllo dei costi la mente vola immediatamente alle voci che compongono il conto economico.  L’implementazione di un corretto inquadramento e scomposizione dei costi aziendali è il primo step per l’avvio di un sistema di controllo di gestione, soprattutto in un periodo di crisi piu’ o meno prolungato come quello attuale.

 

Sembrerebbe l’uovo di colombo ma spesso non lo è !!

 

Attraverso l’implementazione e lo sviluppo di sistema di controllo di gestione si scoprono una serie di costi nascosti che vanno evidenziati, analizzati e monitorati con molta attenzione. Essi posso essere definiti come “COSTI DELLE INEFFICIENZE NASCOSTE”

 

Vediamo quali sono i principali:

 

1 - I COSTI DELLA NON ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

 

Abbiamo sempre fatto così!. E’ una tipica risposta alla domanda perché lo fate.

La filosofia Zen Giapponese che è alla base del Total Quality Management, invita a prendere dei periodi di pausa (basterebbero 2 ore a settimana o 1 giorno al mese) per pensare a come migliorare o velocizzare il proprio lavoro quotidiano. Le prime attività da migliorare sono quelle che si svolgono e si ripetono ogni giorno, ad esempio (e soprattutto) l’inserimento di dati. Purtroppo quello che avviene comunemente è che le persone continuano a fare le stesse cose nello stesso modo per anni, senza chiedersi se esiste un metodo per ottenere lo stesso risultato con maggiore velocità e precisione. Si arriva così ad un paradosso: non si risparmia tempo perché non si ha tempo da dedicare alle attività che ce lo farebbero risparmiare.

 

I costi per la qualità possono essere definiti come quegli investimenti finalizzati a produrre il bene/servizio/processo nel modo qualitativamente ottimale e la dottrina li classifica in costi di prevenzione ossia quei costi finalizzati alla prevenzione e riduzione degli errori/difetti; essi crescono al crescere del livello di qualità.

I costi della non qualità, al contrario, possono essere definiti come quei costi addizionali derivanti dal non fare le cose nel modo giusto la prima volta e aumentano esponenzialmente al passare del tempo.

 

La soluzione: sviluppare ed utilizzare strumenti di programmazione gestionale attraverso la definizione delle fasi di lavoro e relativi strumenti applicativi, finalizzati a ridurre il livello di complessità, il rischio di errore e i tempi di realizzazione.

 

2 - IL COSTO DI NON ESSERE UN TEAM FOCALIZZATO VERSO UN COMUNE OBIETTIVO

 

I costi della mancanza di lavoro in team, delle difficoltà a chiedere ai colleghi per ignoranza, presunzione, cattiveria, rigidità, arrivismo o per infiniti altri motivi, fanno sì che spesso un dipendente o un ufficio preferisca arrangiarsi da solo facendo un lavoro doppio o molto più complesso piuttosto che chiedere aiuto o interfacciarsi con i propri colleghi. Quante volte è capitato di impiegare due ore per fare un prospetto quando magari un collega in 5 minuti avrebbe risolto il problema?

 

Nel caso specifico dell'amministrazione, c'è spesso una insana abitudine da parte degli altri settore di fare accordi commerciali o analisi tecniche pensando di avere risparmiato chissà quali cifre, per poi scoprire ad esempio che l'IVA è indetraibile o che sistemare la documentazione diventa molto oneroso in termini di tempo.

Tante volte poi si va avanti con le proprie informazioni senza pensare che negli anni cambiano le leggi o le situazioni, e forse ogni tanto è meglio fare il punto della situazione con i colleghi per verificare che non ci siano degli aggiustamenti da fare nelle procedure.

In conclusione, quando dal processo produttivo non si può risparmiare più di tanto è opportuno soffermarsi a ragionare. Spendere meno non sempre è la soluzione. E' bene puntare su chiarezza, semplicità, collaborazione e organizzazione per ottenere importanti economie.

 

La soluzione: riunione settimanali con durata definita di massimo 1 ora ove ci si focalizza step by step sugli obiettivi di breve periodo. Riunioni mensili ove ci si focalizza sugli obiettivi di medio lungo periodo.

 

 

3 - I COSTI NASCOSTI DEL “COPIA INCOLLA E MODIFICA IN EXCEL”

 

Nel corso del mio lavoro mi capita, fin troppo spesso, di imbattermi collaboratori aziendale che fanno un uso intensivo del copia e incolla dei file Excel per poi modificare i dati inseriti senza entrare nel merito del modello in uso.

 

Sfortunatamente si tratta di una pratica perversa che comporta costi notevoli non immediatamente visibili come ad esempio:

 

  • enormi rischi di commettere errori nella trascrizione dei valori;

  • dire addio alla possibilità di fare controlli su più periodi;

  • allungamento dei tempi per le verifiche ripetute (ad evitare errori)

  • trascinamento di errori da un report all’altro.

 

Ma quanto costa tutto questo? Proviamo a fare due conti:

Supponendo che l'attività di preparazione del report comporti 1 giornata fra estrazione dei dati, copia nel nuovo foglio, controlli di congruità, questo significa aver speso 12 gg. lavorativi in un anno, in cui la persona avrebbe potuto benissimo dedicarsi ad attività più produttive per l'azienda. E stiamo parlando di una singola attività!! Provate a estendere il concetto al magazzino, alla produzione, al commerciale, e così via.

 

 

La soluzione: sviluppare sistema automatici di reportistica direzionale che possano in automatico elaborare i dati attraverso l’upload automatico da diverse fonti dati.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Attività

Aiuto gli imprenditori a pianificare e migliorare i propri risultati aziendali.

Il focus principale della mia professione è quello di anticipare i prossimi obiettivi aziendali analizzando gli attuali dati economici e finanziari.

Strutturare modelli di controllo di gestione, redigere business plan e sviluppare budget economico finanziari sono i principali strumenti della mia attività.

Se vuoi ...

Comprendere e migliorare lo stato del tuo business.

Analizzare il costo dei tuoi prodotti e/o servizi.

Pianificare la previsione dei flussi finanziari.

Verificare lo sostenibilità economica finanziaria della tua idea imprenditoriale.

Redigere un business plan.

Controllo di gestione
Business Plan
Cash Flow
Contabilità Industriale
Mostra altro

Tools

Please reload

Tag

Please reload