DESCRIVICI LE TUE NECESSITA'
MARCHINA CONSULTING SRL

Via Martiri della liberta' 27

 

Rodengo Saiano (Bs)

 

P. Iva 03752720981

C. s. 10.000 euro i.v.

Rea:  BS000000560082

Pec: marchinaconsulting@pec.it

Talent Garden

Via Cipro 66

Brescia

SEDE OPERATIVA
CONTATTI

Cristian Marchina

cristian@marchina.net

348-9004054

  • Linkedin
  • Slide Share
Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003

Cos’è ed a cosa serve una ICO

 

Un’ ICO è una delle possibilità da considerare come possibile forma di raccolta di capitali per finanziare la tua società. In questo breve articolo verifichiamo le principali peculiaritá.

 

Prima di tutto vediamo cosa vuol dire ICO acronimo di Initial Coin Offering, tradotto in italiano, assume il significato di offerta iniziale di monete.  Il concetto è molto simile a quello utilizzato per le IPO, operazione nota sul mercato azionario grazie alle quali le società quotate fanno il loro ingresso in borsa e di conseguenza aumentano il loro capitale.

 

Si tratta di una forma di investimento di recente diffusione, utilizzata da soggetti disposti a collocare capitali in nuovi progetti, solitamente proposti da startup. Le ICO trovano applicazione, soprattutto, per finanziare iniziative di creazione e sviluppo delle criptovalute. In questo caso, il finanziamento avviene mediante l’utilizzo di altre criptomonete a loro volta agevolmente convertibili in valute tradizionali.

 

 

Glossario

 

ICO: Initial Coin Offering ovvero è un’offerta al pubblico dei titoli (tokens) di una start-up che intende raccogliere finanziamenti.

 

Token: semplicemente un gettone che viene usato per acquistare i servizi che l’azienda offre. Al token viene assegnato un valore fisso, che corrisponde a un certo ammontare di criptomoneta, per l’intera durata dell’ICO.

 

Si possono così individuare le seguenti classi di token:

 

Token di classe 1 (no controparte): il token (che in questo caso è una vera e propria coin) può essere trasferito tramite transazioni su Blockchain che garantisce la non modificabilità delle stesse. Questa tipologia non conferisce diritti nei confronti di una controparte, ma ha solamente la funzione di registrare un diritto di proprietà del token stesso o l’esistenza (su Blockchain) di un determinato soggetto/oggetto.

 

Token di classe 2 (diritti verso controparti): i token di questa categoria conferiscono ai proprietari dei diritti da esercitare nei confronti o del soggetto che ha generato i token o nei confronti di terzi. Alcuni esempi possono essere:

  • Token per pagamenti di specifico ammontare: in questi casi il titolare ha un diritto di ricevere un pagamento per un importo specifico (al pari dei titoli cambiari conosciuti nel nostro ordinamento);

  • Token per pagamenti futuri: conferisce il diritto a ricevere dei pagamenti futuri, sulla base di determinate condizioni;

  • Token per la prestazione di servizi o il ricevimento di beni (anche immateriali): il titolare ha il diritto di ricevere una determinata prestazione o un bene dal soggetto emettitore o da un terzo che abbia stipulato accordi commerciali con questi. In tale ambito rientrano anche i token per l’accesso a infrastrutture informatiche, che possono anche avere le caratteristiche di criptovaluta nativa, e conferiscono la possibilità di utilizzare un’infrastruttura specifica di Blockchain;

  • Token rappresentativi di asset: rappresenta il diritto di proprietà di un determinato asset (materiale o immateriale) e potrebbe anche rappresentare quote di partecipazione dell’entità giuridica emittente o di entità terze.

Total Supply: numero massimo di token che viene fissato all’inizio dell’ICO.

 

Cryptocurrency: la criptomoneta che verrà utilizzata nel corso dell’ICO.

 

Whitepaper:  è il documento a cui fare riferimento per l’ICO. In particolare il whitepaper spiega di cosa tratta il progetto per cui si stanno richiedendo i finanziamenti, a quanto ammontano i finanziamenti che devono essere raccolti, come verranno utilizzati. In sostanza il whitepaper è il business model ed il business del progetto.

 

 

ICO per finanziare la tua start-up: valuta se il tuo prodotto è pronto 

 

Quella dell’ICO per finanziare la tua start-up può essere la strada giusta a patto che il tuo prodotto o servizio sia nella fase di consolidamento. Se invece il tuo progetto è nella fase iniziale di validazione allora l’ICO non è lo strumento adatto al finanziamento della tua start up.

Se ritieni che il tuo prodotto o servizio sia pronto per una ICO allora comincia a costruire le basi per pianificare la raccolta fondi tramite questo strumento.

Prima di tutto verifica ed organizza la tua community che si compone di 2 tipologie di soggetti: gli early-adopters ed i possessori di criptromonete.

Partendo dagli early-adopters identificabili fra chi per primo si è informato, si tiene informato ed utilizza i tuoi prodotti e/o servizi  devi aggiungere una seconda categoria ovvero ovvero quella di chi detiene criptovaluta e/o criptomonete.

Comunica e incomincia a condividere relazioni con chi, oltre che interessato a quello che stai facendo, è disposto a comprare, con altra criptomoneta già in suo possesso, i token che ti appresti ad offrire. Investitori di questo tipo, possono essere trovati sui Social  tramite ricerche mirate, su discussioni tematiche all’interno della piattaforma Reddit o forum che trattano di criptomonete.

Quello che ti deve essere chiaro è che non hai bisogno di decine di migliaia di follower, veri o presunti che siano, ma di profilati e fedeli seguaci che abbiano le carte in regole per prendere parte a un ICO.

 

 

Cosa distingue una ICO di successo?

 

Il team di sviluppo: bisogna conoscerne storia, capacità, competenze, di sicuro una ICO non è lanciata da sconosciuti, ma magari da gente che ha già sviluppato altri progetti di successo.

 

Una Road Map senza pause: cioè il calendario che caratterizza le varie fasi del progetto che devono essere vicine, quasi immediate (almeno le più importanti) non diluite su un lasso di tempo troppo lungo.

 

L’area competitiva: una ICO lancia fondamentalmente un nuovo prodotto, per cui vanno identificati anche i concorrenti ed i fattori di successo del prodotto stesso.

 

Sviluppo ad un livello adeguato: con riferimento al punto precedente, non basta avere un’idea o un progetto, bisogna essere arrivati almeno alla validazione.

 

Marketing: la comunicazione degli sviluppatori deve essere efficace; il whitepaper dovrebbe essere affiancato da un business plan economico e da una tabella sulla tempistica. L’idea va fatta conoscere il più possibile e la blockchain deve essere fondamentale per il progetto: la ICO non deve essere solo una richiesta di soldi fine a sé stessa.

 

Assistenza legale: il lancio di una nuova criptomoneta destinata a tutto il mondo richiede assolutamente un ufficio legale che predisponga contratti adeguati e completi.

 

 

 

More info sulle prossime ico: https://www.icohotlist.com

 

 

 

 

Tags:

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Attività

Aiuto gli imprenditori a pianificare e migliorare i propri risultati aziendali.

Il focus principale della mia professione è quello di anticipare i prossimi obiettivi aziendali analizzando gli attuali dati economici e finanziari.

Strutturare modelli di controllo di gestione, redigere business plan e sviluppare budget economico finanziari sono i principali strumenti della mia attività.

Se vuoi ...

Comprendere e migliorare lo stato del tuo business.

Analizzare il costo dei tuoi prodotti e/o servizi.

Pianificare la previsione dei flussi finanziari.

Verificare lo sostenibilità economica finanziaria della tua idea imprenditoriale.

Redigere un business plan.

Controllo di gestione
Business Plan
Cash Flow
Contabilità Industriale
Mostra altro

Tools

Please reload

Tag

Please reload